Il Golf Pragelato

Il Golf Pragelato  è sicuramente tra i più suggestivi e interessanti campi di GOLF di montagna, collocato a 1600 m s.l.m. nella piana all’inizio della Val Troncea sulla pista di fondo olimpica, consente agli appassionati di vivere  una splendida giornata di golf, natura e benessere.

Le nove buche del Golf Pragelato denotano un classico “Routing” ad anello, con un “par 36 standard” (72 per il giro a 18 buche) e con una lunghezza complessiva pari a circa ml 2876.La caratteristica del Golf di Pragelato è quella di un percorso di montagna affascinante per il clima ed il paesaggio che si offrono al giocatore, senza però costringerlo a folli e impegnative pendenze; il percorso infatti, in quanto ricavato nella piana all’imbocco della val Troncea sulla pista di fondo olimpica, è fisicamente appena impegnativo per il giocatore mediamente allenato perché sono presenti limitati sali e scendi tra le diverse buche, comunque contenuti ad un dislivello totale di circa 40 m.

Il percorso che si svolge tra la quota inferiore dei 1550 m.s.l.m. e la quota superiore dei 1590 m.s.l.m., è il risultato di un’unione studiata e bilanciata tra i caratteri tecnici intrinseci del Golf e quelli ambientali e paesaggistici locali. Tutto esterno al percorso di gioco, è stata mantenuta la condizione attuale degli incolti e dei pascoli di graminacee – cosiddetto rough (incolto) che richiama fortemente la natura e la conformazione intrinseca degli originali percorsi dunosi.

Per rendere omaggio al territorio e all’ambiente che ospita il Golf Pragelato, le buche sono state intitolate alle specie della flora e della fauna che caratterizzano il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) Val Troncea. Uno splendido binomio di sport e natura, grazie alla Regione Piemonte - Direzione Cultura, Turismo e Sport, che ha finanziato l'opera attraverso il bando sulla L.R. 4/2000

IL CAMPO

Il campo di Pragelato è sicuramente tra i più suggestivi e interessanti campi di montagna, infatti, collocato a 1600 m s.l.m. nella piana all’inizio della Val Troncea sulla pista di fondo olimpica, consente agli appassionati di vivere una splendida giornata di golf, natura e benessere. La caratteristica del Golf di Pragelato è quella di un percorso di montagna affascinante per il clima ed il paesaggio che si offrono al giocatore, senza però costringerlo a folli e impegnative pendenze; il percorso infatti, in quanto ricavato nella piana all’imbocco della val troncea sulla pista di fondo olimpica, è fisicamente appena impegnativo per il giocatore mediamente allenato perché sono presenti limitati sali e scendi tra le diverse buche, comunque contenuti ad un dislivello totale di circa 40m. Il percorso che si svolge tra la quota inferiore dei 1550 m.s.l.m. e la quota superiore relativa all’isoipsa dei 1590 m.s.l.m., è il risultato di un’unione studiata e bilanciata tra i caratteri tecnici intrinseci del Golf e quelli ambientali e paesaggistici locali.

Tutto esterno al percorso di gioco, è stata mantenuto la condizione attuale degli incolti e dei pascoli di graminacee – cosiddetto rough (incolto) - che richiama fortemente la natura e la conformazione intrinseca degli originali percorsi dunosi.
L’esistente copertura arborea è composta principalmente da larici, betulle, tremoli e salici d’invasione.

Le nove buche del Golf Pragelato denotano un classico “Routing” ad anello, con un “par 36 standard” (72 per il giro a 18 buche) e con una lunghezza complessiva pari a circa ml 2876.

 

IMPIANTO e SERVIZI

Campo 9 buche par 36 (72 per il giro a 18 buche) lunghezza ml 2876 (5752 per le 18 buche)

Noleggio carts

Campo pratica
target green per gioco al bersaglio
putting green in naturale 400 mq
area approcci

bunker green
club house, bar ristorante

docce e spogliatoi 
deposito sacche
maestri in sede  (lezioni singole, collettive e sessioni di swing analysis)

 

COME ARRIVARE

Arrivando da Pinerolo: superato l’abitato di Pragelato giunto in frazione Traverses, svoltare a sinistra in direzione Val Troncea alla rotonda relativa, il campo da golf si troverà alla Vs sinistra dopo circa 500 m

Arrivando da Sestriere: prima dell’abitato di Pragelato troverete la  frazione Traverses, svoltare a destra in direzione Val Troncea alla rotonda relativa, il campo da golf si troverà alla Vs sinistra dopo circa 500 m

 

Golf Pragelato: Via Rohrbach 5

Fraz Plan 10060 Pragelato (TO)
Tel. 339.8574897

www.golfpragelato.it

info@golfpragelato.it

 

BUCA 1

Buca 1 - Il Larice: par 4 con leggero dog-leg a destra di circa 330 ml in piano, si distende in direzione nord di fronte alla Club House e domina l’ampio spazio pianeggiante che degrada dolcemente verso il Torrente; il green ondulato è addossato ad una scarpata poco prominente, protetto da due bunker.

BUCA 2

buca 2 – La Salamandra: par 3 di 148 ml in direzione est, tecnica e d’impatto per l’attraversamento del Fiume che, pur non esageratamente ampio, può intimorire il giocatore neofita ed inesperto. Tee sopra un terrapieno per tirare attraverso il Chisone verso il green ampio ma poco profondo posto in prossimità della spalletta del ponte.

BUCA 3

buca 3 – Il Gallo Forcello: par 4 diritto di 328 ml che parte sopra il green della 2 a quota 1574 mslm, scende a circa 1560, per poi salire verso il green ricavato a quota 1590 con la scarpata destra che strapiomba giù verso le partenze della buca # 4. Buca non estremamante lunga ma impegnativa per il dislivello interessante (è la buca con maggior dislivello del percorso) e per la larghezza limitata del fairway

BUCA 4

buca 4 – Il Lupo: par 4 di 307 ml di ritorno verso nord e pianeggiante, costeggia l’argine destro del Chisone sino quasi al ponte. Il 1° colpo è facile ma richiede un approccio al green molto delicato in quanto l’area dello stesso è stretta e lunga e l’argine del torrente fiancheggia tutto il lato sinistro del green, a destra un’alta scarpata incombe sul green stesso.

BUCA 5

buca 5 – Il Pino Uncinato: par 5 di circa 510 ml che si svolge quasi interamente sul percorso della pista di fondo con andamento leggermente ondulato, stretta a destra dal versante e l’argine del torrente a sinistra. Il green giace in un piacevole anfiteatro di larici circondato da un vecchio muretto di pietre a secco.

BUCA 5b

buca 5b – Lo Stambecco: costituisce una opzione per poter variare il percorso. Par 3 di 140 ml con partenza alta, a quota 1582 mslm, richiede un tiro in discesa corto, ma preciso, all’ampio green pendente verso il torrente, a quota 1559, e difeso sulla destra da alcuni larici. Il green risiede in un’ampia radura erbosa al limite della pista di fondo.

BUCA 6

buca 6 – I Muschi Calcarizzanti: par 5 di 475 ml con dog-leg a destra, sale in leggera e costante ascesa, da quota 1554 mslm, verso la frazione di Traverses, sino al green sopraelevato e custodito da un vecchio e maestoso frassino a quota 1578 mslm. E’ la seconda quota più alta del percorso dalla quale si gode un’ottima vista sulla piana di Plan.

BUCA 7

buca 7 . il Crex Crex: par 4 di 320 ml, scende da quota 1588, parallela e contraria alla 6, e termina con il green nell’ampio pianoro a quota 1559, non presenta difficoltà di rilievo e concede una gradevole veduta sul percorso e sulla vallata. L’ampio green, il più ampio del percorso, consente una varietà di posizioni della bandiera tipica dei grandi percorsi di torneo; vedremo come sapranno interpretarlo i ns. giocatori

BUCA 8

buca 8 – La Pernice Bianca: par 4 di 285 ml che sale decisa verso il bosco di larice che costeggia il Rio Combeiraut con la scelta di un 1° tiro strategico su un doppio fairway a due livelli differenti. Buca corta ma che richiede un preciso piazzamento del 1° tiro ed un approccio delicato alla bandiera su di un green medio e ondulato, in parte mascherato dall’angolo nord-ovest del fuori gioco (out of bound). Un filare centrale di larici rende il tiro d’approccio, non perfettamente piazzato, una dura scelta di strategia golfistica.

BUCA 9

buca 9 - Il Narciso:: par 3 di 160 ml, da quota 1588 si torna alla Club House a quota 1574. Anch’essa presenta un tiro in discesa con l’opzione di due linee di tiro determinate da alcuni larici sparsi che, strategicamente, costringono il giocatore alla scelta di una linea di tiro piuttosto che un’altra anche in base al tee di gioco. La 1a risulta più diretta al green ma più ostacolata e rischiosa; la 2a più laterale e meno difesa. L’ampio green si presenta su due livelli di cui il frontale in contro-pendenza verso il retro; quindi richiede un colpo preciso e con effetto a fermarsi per non sfuggire nel rough o nel fuori gioco.